Shopify POS sbarca in Italia: una guida al suo funzionamento

Shopify POS sbarca in Italia: una guida al suo funzionamento

Con il ritorno all’acquisto nei negozi fisici sempre più merchant hanno rivolto la stessa domanda a Shopify: quando sarà disponibile il POS in Italia? Con un’importanza sempre crescente di un approccio omnicanale la necessità di centralizzare negozio online e offline è diventata cruciale negli ultimi mesi, e Shopify ha risposto annunciando l’ufficiale release del POS anche sul mercato italiano. 


Ma quando parliamo di POS, a cosa ci riferiamo?

Un POS è un terminale di pagamento che permette di accettare carte di credito in negozio. Shopify POS esiste da molti anni, ma solo quest’estate è stata ufficialmente lanciata la sua versione italiana, approvata dall’agenzia delle entrate e completa di tutti gli elementi software e hardware necessari per la vendita nei negozi fisici in Italia. La notizia è stata accolta con entusiasmo, e costituisce sicuramente uno strumento di crescita importante in un momento in cui il costo di acquisizione di nuovi clienti online è in costante crescita e i consumatori si aspettano sempre di più un’esperienza di acquisto fluida tra online e offline.


Perchè l’omnicanalità è importante? 

Sono molte le situazioni in cui avere un sistema centralizzato tra vendite online, offline e ibride torna d’aiuto, e consente da un lato ai consumatori di avere un’esperienza d’acquisto il più semplice e piacevole possibile, e dall’altro ai merchant di ottimizzare le proprie infrastrutture, inventario e sistemi. È quindi importante costruire un ecosistema il più possibile unificato per quanto riguarda le proprie vendite, e scegliere con attenzione strumenti, software e app che siano compatibili sia con il negozio online di Shopify che con la sua applicazione Point of Sale. 

Qualche esempio concreto: 

  • È importante avere un sistema di loyalty che permetta di immagazzinare punti, ricevere ricompense e utilizzare i propri sconti e coupon sia online che offline,
  • Una gestione centralizzata del magazzino tra online e offline può permettere di ottimizzare i flussi di inventario, far partire le spedizioni degli ordini dalle sedi più vicine e meglio fornite e rendere il ritiro e i resi in negozo più semplici da fare e più facilmente tracciabili,
  • Una reportistica unificata tra negozio online e offline può permettere di effettuare un’analisi delle proprie vendite e campagne estremamente più precisa e approfondita

 

Cliente paga un prodotto impacchettato con carta di credito in negozio

 

Shopify POS: come funziona?

Shopify POS è composto da una app, scaricabile sull’iphone o ipad che si desidera utilizzare come centro operativo per la vendita in negozio, e da un sistema hardware Point of Sale, recentemente omologato e lanciato anche per l’Italia. 

Quali tool servono quindi per poter utilizzare Shopify POS al pieno delle sue funzionalità in negozio? 

  1. Uno scanner di codici a barre, per poter identificare il prodotto scannerizzato all’interno del catalogo Shopify, dove avremo precedentemente registrato tali codici
  2. Una stampante per le ricevute (Epson FP-81II o FP-90 III RT per l’Italia)
  3. Un terminale per la lettura delle carte e la cattura del pagamento (WisePad3 per l’Italia)
  4. Un dispositivo connesso a internet in grado di supportare l’app del POS

Il costo dell’implementazione include la spedizione dei device, l’uscita del tecnico e l’installazione, oltre a un anno di copertura assicurativa.

Shopify mette a disposizione un’utile checklist per iniziare a utilizzare il loro POS, mentre a questo link offre un approfondimento sugli hardware disponibili per l’Italia.

L’esperienza per l’utente in negozio è molto semplice: una volta scelti i prodotti o servizi da acquistare, essi verranno letti dall’operatore in cassa tramite il lettore di codici a barre. Il sistema POS calcola il prezzo, incluse eventuali tariffe o IVA, e aggiorna l’inventario. Il cliente può a quel punto pagare con la propria carta tramite il terminale per la lettura delle carte. Se la transazione viene finalizzata correttamente significa che il pagamento è avvenuto con successo. Viene quindi creata una ricevuta fiscale, che viene consegnata al cliente.

Shopify mette a disposizione due piani per il POS: il piano Lite e il piano Pro. Il primo è incluso con tutti i piani Shopify, mentre il secondo fa già parte di Shopify Plus. Per chi non è su Shopify Plus il POS Pro ha un costo aggiuntivo per ciascuna sede inserita. A questo link Shopify fornisce un chiaro prospetto delle diverse funzionalità e costi dei due piani.


Per concludere: quali sono i principali punti di forza di Shopify POS, e quali business sono più adatti al suo utilizzo? 

Ricapitolando, ci sono diverse ragioni per cui utilizzare il POS Shopify rispetto a un sistema POS di terze parti è conveniente, soprattutto quando si vende già online con Shopify: 

  1. È possibile assegnare autorizzazioni distinte ai vari membri dello staff
  2. L’utilizzo di Shopify POS in negozio dà accesso a una reportistica unificata tra i vari canali di vendita (online, offline e ibridi)
  3. In generale, aumenta esponenzialmente la possibilità di costruire una strategia omnicanale, dai programmi fedeltà integrati all’utilizzo di sconti e campagne unificati
  4. Grazie a Shopify POS è possibile avere un controllo avanzato sul proprio inventario, soprattutto per quanto riguarda le previsioni e movimentazioni delle scorte
  5. Diventa possibile una fluidità di acquisto tra online e offline, offrendo agli utenti la scelta tra spedizione e ritiro in negozio e facilitando la gestione dei resi

Per quelle che sono le caratteristiche attuali del POS Shopify, la soluzione viene suggerita per brand di abbigliamento, casa e giardino, sport, arredamento e gioielleria. Viene invece ancora sconsigliato per alberghi e ristoranti, commercio di materie prime, oggetti molto personalizzati o fatti su misura, servizi e piccoli supermercati.


-


Se state considerando di utilizzare Shopify per il vostro online store, potete ottenere un periodo di prova gratuito qui o contattarci a info@namastudio.it
Torna al blog

Lavinia Siardi

Background in management e vocazione verso l’empowerment delle diversità, Lavinia si occupa della parte più strategica dei progetti gestiti da Nama Studio. Musicista in incognito e cuoca accanita, vi guiderà nel dare una prospettiva al vostro piano e-commerce.